• Seol

Accesso Area Medica Registrazione
Comune di Aci Castello » Servizi » Servizi al Cittadino » Sportello Famiglia » Politiche a sostegno della locazione

Fondo Nazionale assistenza AFFITTI


Al termine del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo si è svolta una riunione sui problemi attinenti al finanziamento di interventi nel settore delle politiche abitative. Erano presenti il ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il sottosegretario all'Economia Maria Teresa Armosino. Nel corso dell'incontro, dopo un'attenta analisi dei vari problemi, è stato deciso di integrare di 120 milioni di euro il fondo per il sostegno alla locazione. Sono stati anche recuperati, in due tranches, i fondi andati in economia per l'anno 2002. La riunione fa seguito all'incontro tenutosi il 1° marzo con i rappresentanti dell'Anci che avevano sollecitato la soluzione del problema. I fondi - sottolinea la Presidenza del Consiglio - fino all'importo di 90 milioni di euro saranno immediatamente disponibili e per il resto a seguito di apposita modifica normativa. ''E' un'importante boccata d'ossigeno per i disagiati che affrontano l'emergenza abitativa''. Così il viceministro alle Infrastrutture che ha la delega per i problemi della casa, Ugo Martinat, ha commentato la decisione di aumentare il Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alla locazione di ulteriori 120 milioni di euro. ''Tale somma - ha sottolineato Martinat - va aggiunta a quella già iscritta nel bilancio dello Stato nel 2004, che è di 246 milioni di euro, e quindi permetterà al Fondo di raggiungere la quota di 366 mln, solo per la parte statale''. Secondo Martinat, ora ''è opportuno che anche le Regioni facciano la loro parte destinando al Fondo una quota maggiore di quella finora stanziata''. Il ministero delle Infrastrutture parteciperà a questo aumento, informa Martinat, con una dotazione di 30 mln, mentre i restanti 90 mln saranno apportati dal ministero dell'Economia. ''Il Governo, alla fine, ha accolto le richieste che i Comuni avanzavano ormai da anni, per riportare a livello del 2000 gli stanziamenti destinati ai buoni-casa''. Lo afferma Leonardo Domenici, presidente dell'Associazione dei Comuni italiani (Anci), in riferimento alla notizia della integrazione (di 120 milioni di euro) del fondo per il sostegno alla locazione. ''Si trattava di una questione ormai annosa - spiega Domenici - che avevamo segnalato più volte al Governo. Vale la pena di ricordare che addirittura, durante una riunione a Palazzo Chigi nel mese di novembre scorso, ci venne garantito che la misura adottata sarebbe già stata inserita nella legge finanziaria 2004 (cosa che poi non è avvenuta). Ancora pochi giorni fa, assieme al sindaco di Roma Walter Veltroni, sono tornato a ribadire al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, a nome dei Comuni italiani, l'urgenza del ripristino di una dotazione del Fondo pari almeno a quella del 2000 (ovvero integrarla, per l'appunto, di 120 milioni di euro)''. ''Oggi finalmente - conclude Domenici - registriamo con soddisfazione che le nostre richieste si sono tradotte in atti ufficiali e che le politiche di sostegno alla locazione potranno contare su fondi maggiori, evitando di costringere i Comuni a tagliare i buoni-casa. Senza l'intervento dell'Anci quest'ultima ipotesi sarebbe stata una drammatica realtà".